Inizio: 13 LUGLIO 2016
Scadenza: 31 OTTOBRE 2016
Per info: staff@integrale2000.it

AIUTO ALL' AVVIAMENTO DI IMPRESE PER GIOVANI AGRICOLTORI - MISURA 4.1.5 Incentivare il ricorso alle energie rinnovabili nelle aziende agricole - REGIONE TOSCANA

Dal 13 LUGLIO 2016 - Al 31 OTTOBRE 2016

 

La sottomisura, denominata “4.1. - Sostegno a investimenti nelle aziende agricole” di cui all’art. 17, comma 1, lett. a) del Reg. (UE) n. 1305/2013 è finalizzata alla concessione di contributi agli Imprenditori Agricoli Professionali (IAP) o ai soggetti ad essi equiparati che intendono realizzare, nella propria azienda, investimenti, materiali ed immateriali, finalizzati a migliorarne le prestazioni e la sostenibilità globali della stessa.

SOGGETTI BENEFICIARI
Il sostegno è rivolto ai giovani agricoltori che non hanno compiuto 40 anni e che si insediano per la prima volta in una azienda agricola, in forma singola (ditta individuale) o associata (società di persone, società di capitale e cooperative agricole di conduzione).

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili esclusivamente le seguenti tipologie di investimenti a preventivo: 

A) INVESTIMENTI MATERIALI tra cui:
- Impianti tecnologici per la produzione di energia derivante da fonti rinnovabili quali (biomassa agroforestale, biogas da effluenti di allevamento, solare ed eolico). Non è ammessa la vendita di energia prodotta da fonti rinnovabili. Non è considerata vendita il servizio di “scambio sul posto”.
Gli impianti energetici finanziati nell’ambito del presente tipo di operazione non devono beneficiare della tariffa incentivante o, più in generale, di altre agevolazioni o finanziamenti pubblici.

- Cartelloni, poster e targhe per azione di informazione e pubblicità ai sensi del Reg. di esecuzione (UE) n. 808/2014.

B) SPESE GENERALI nel limite del 6% calcolato sull’importo complessivo degli investimenti materiali.

C) INVESTIMENTI IMMATERIALI (programmi informatici e siti web).

LOCALIZZAZIONE DELL’INVESTIMENTO
Sono sostenuti unicamente gli investimenti che ricadono all’interno del territorio della Regione Toscana.

MISURA DELL’AGEVOLAZIONE
L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto da un min. del 50% fino ad un max. del 60% in caso di investimenti realizzati in aziende con superficie condotta che ricade completamente in zona montana individuata ai sensi del comma 1 lett. a) dell’art. 32 del Reg. (UE) 1305/2013.
Il contributo pubblico concedibile (in sede di atto di assegnazione) non potrà essere inferiore a € 5.000,00 e superiore ad € 100.000,00.
E’ previsto anche un premio all’avviamento fissato in € 30.000,00 per ciascun giovane beneficiario o in € 40.000,00 nel caso di insediamento in aziende ricadenti completamente in aree montane

TEMPISTICA
E’ possibile presentare domanda entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 31/10/2016 per l’annualità 2016

La sottomisura, denominata “4.1. - Sostegno a investimenti nelle aziende agricole” di cui all’art. 17, comma 1, lett. a) del Reg. (UE) n. 1305/2013 è finalizzata alla concessione di contributi agli Imprenditori Agricoli Professionali (IAP) o ai soggetti ad essi equiparati che intendono realizzare, nella propria azienda, investimenti, materiali ed immateriali, finalizzati a migliorarne le prestazioni e la sostenibilità globali della stessa.

SOGGETTI BENEFICIARI
Il sostegno è rivolto ai giovani agricoltori che non hanno compiuto 40 anni e che si insediano per la prima volta in una azienda agricola, in forma singola (ditta individuale) o associata (società di persone, società di capitale e cooperative agricole di conduzione).

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili esclusivamente le seguenti tipologie di investimenti a preventivo: 

A) INVESTIMENTI MATERIALI tra cui:
- Impianti tecnologici per la produzione di energia derivante da fonti rinnovabili quali (biomassa agroforestale, biogas da effluenti di allevamento, solare ed eolico). Non è ammessa la vendita di energia prodotta da fonti rinnovabili. Non è considerata vendita il servizio di “scambio sul posto”.
Gli impianti energetici finanziati nell’ambito del presente tipo di operazione non devono beneficiare della tariffa incentivante o, più in generale, di altre agevolazioni o finanziamenti pubblici.

- Cartelloni, poster e targhe per azione di informazione e pubblicità ai sensi del Reg. di esecuzione (UE) n. 808/2014.

B) SPESE GENERALI nel limite del 6% calcolato sull’importo complessivo degli investimenti materiali.

C) INVESTIMENTI IMMATERIALI (programmi informatici e siti web).

LOCALIZZAZIONE DELL’INVESTIMENTO
Sono sostenuti unicamente gli investimenti che ricadono all’interno del territorio della Regione Toscana.

MISURA DELL’AGEVOLAZIONE
L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto da un min. del 50% fino ad un max. del 60% in caso di investimenti realizzati in aziende con superficie condotta che ricade completamente in zona montana individuata ai sensi del comma 1 lett. a) dell’art. 32 del Reg. (UE) 1305/2013.
Il contributo pubblico concedibile (in sede di atto di assegnazione) non potrà essere inferiore a € 5.000,00 e superiore ad € 100.000,00.
E’ previsto anche un premio all’avviamento fissato in € 30.000,00 per ciascun giovane beneficiario o in € 40.000,00 nel caso di insediamento in aziende ricadenti completamente in aree montane

TEMPISTICA
E’ possibile presentare domanda entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 31/10/2016 per l’annualità 2016