Inizio: 13 LUGLIO 2016
Scadenza: 31 OTTOBRE 2016
Per info: staff@integrale2000.it

AIUTO ALL' AVVIAMENTO DI IMPRESE PER GIOVANI AGRICOLTORI - MISURA 4.1.2 Ammodernamento imprese agricole REGIONE TOSCANA

Dal 13 LUGLIO 2016 - Al 31 OTTOBRE 2016

 

La Regione Toscana ha approvato un bando finalizzato a promuovere il ricambio generazionale con
l’obiettivo di aumentare la redditività e competitività del settore agricolo, attraverso l’insediamento di giovani agricoltori. La misura è finalizzata all’ammodernamento delle aziende agricole con lo scopo di migliorarne la competitività e il rendimento globale.

SOGGETTI BENEFICIARI
Il sostegno è rivolto ai giovani agricoltori che non hanno compiuto 40 anni e che si insediano per la prima volta in una azienda agricola, in forma singola (ditta individuale) o associata (società di persone, società di capitale e cooperative agricole di conduzione).

SETTORI AMMISSIBILI
Il sostegno agli investimenti è concesso nelle attività di produzione, trasformazione e conservazione dei prodotti agricoli appartenenti ai seguenti settori:
• Animali vivi, carni, e altri prodotti primari di origine animale 
• Latte 
• Uve 
• Olive e olio d’oliva
• Semi oleosi 
• Cereali 
• Legumi 
• Foraggere 
• Ortofrutticoli compresi quelli della castagna e del marrone 
• Fiori e piante 
• Piante officinali e aromatiche 
• Miele e altri prodotti dell’apicoltura
• Colture industriali (compreso colture tessili e quelle per la produzione di biomassa) 
• Piccoli frutti e funghi entrambi provenienti da coltivazione 
• Tabacco

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili esclusivamente le seguenti tipologie di investimenti a preventivo
1) ACQUISTO TERRENI (miglioramento del rendimento economico) nel limite del 10% della spesa ammissibile al progetto;
2)  COSTRUZIONE E/O RISTRUTTURAZIONE DI FABBRICATI PRODUTTIVI AZIENDALI;
3)  INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO (miglioramento del rendimento
economico/miglioramento ambientale);
4) RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI COPERTURE E PARTI IN CEMENTO AMIANTO, SECONDO LE NORME VIGENTI (miglioramento ambientale);
5) REALIZZAZIONE E/O RISTRUTTURAZIONE DI STRUTTURE PER LO STOCCAGGIO E PER IL TRATTAMENTO DEGLI EFFLUENTI PALABILI E NON PALABILI DEGLI ALLEVAMENTI (miglioramento ambientale) (solo se sono rispettate le norme minime)
6) REALIZZAZIONE E/O MIGLIORAMENTO DI STRUTTURE PER LO STOCCAGGIO E PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE RICICLATE (miglioramento del rendimento economico /miglioramento ambientale) (solo se sono rispettate le norme minime);
7) MIGLIORAMENTI FONDIARI;
8) DOTAZIONI AZIENDALI;
9) CONTATORI PER IL PRELIEVO DI ACQUA (miglioramento del rendimento economico/miglioramento ambientale);
10) SPESE GENERALI nel limite del 6% del totale spese di cui ai punti precedenti;
11) INVESTIMENTI IMMATERIALI tra cui acquisizione di programmi informatici per la gestione delle attività produttive aziendali;
12) CARTELLONI, POSTER E TARGHE per azione di informazione e pubblicità ai sensi del
Reg. di esecuzione (UE) n. 808/2014.

Gli investimenti devono essere a preventivo e devono iniziare obbligatoriamente dopo la presentazione della domanda di agevolazione. 

Le domande devono essere riferite e presentate su una Unità Produttiva principale di riferimento.

LOCALIZZAZIONE DELL’INVESTIMENTO
Sono sostenuti unicamente gli investimenti che ricadono all’interno del territorio della Regione Toscana.

MISURA DELL’AGEVOLAZIONE
L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto da un min. del 40% fino ad un max. del 60% a seconda delle spese ammissibili sostenute.
Il contributo pubblico concedibile (in sede di atto di assegnazione) non potrà essere inferiore a € 5.000,00 e superiore ad € 100.000,00.
E’ previsto anche un premio all’avviamento fissato in € 30.000,00 per ciascun giovane beneficiario o in € 40.000,00 nel caso di insediamento in aziende ricadenti completamente in aree montane

TEMPISTICA
E’ possibile presentare domanda entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 31/10/2016 per l’annualità 2016.

La Regione Toscana ha approvato un bando finalizzato a promuovere il ricambio generazionale con
l’obiettivo di aumentare la redditività e competitività del settore agricolo, attraverso l’insediamento di giovani agricoltori. La misura è finalizzata all’ammodernamento delle aziende agricole con lo scopo di migliorarne la competitività e il rendimento globale.

SOGGETTI BENEFICIARI
Il sostegno è rivolto ai giovani agricoltori che non hanno compiuto 40 anni e che si insediano per la prima volta in una azienda agricola, in forma singola (ditta individuale) o associata (società di persone, società di capitale e cooperative agricole di conduzione).

SETTORI AMMISSIBILI
Il sostegno agli investimenti è concesso nelle attività di produzione, trasformazione e conservazione dei prodotti agricoli appartenenti ai seguenti settori:
• Animali vivi, carni, e altri prodotti primari di origine animale 
• Latte 
• Uve 
• Olive e olio d’oliva
• Semi oleosi 
• Cereali 
• Legumi 
• Foraggere 
• Ortofrutticoli compresi quelli della castagna e del marrone 
• Fiori e piante 
• Piante officinali e aromatiche 
• Miele e altri prodotti dell’apicoltura
• Colture industriali (compreso colture tessili e quelle per la produzione di biomassa) 
• Piccoli frutti e funghi entrambi provenienti da coltivazione 
• Tabacco

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammissibili esclusivamente le seguenti tipologie di investimenti a preventivo
1) ACQUISTO TERRENI (miglioramento del rendimento economico) nel limite del 10% della spesa ammissibile al progetto;
2)  COSTRUZIONE E/O RISTRUTTURAZIONE DI FABBRICATI PRODUTTIVI AZIENDALI;
3)  INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO (miglioramento del rendimento
economico/miglioramento ambientale);
4) RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI COPERTURE E PARTI IN CEMENTO AMIANTO, SECONDO LE NORME VIGENTI (miglioramento ambientale);
5) REALIZZAZIONE E/O RISTRUTTURAZIONE DI STRUTTURE PER LO STOCCAGGIO E PER IL TRATTAMENTO DEGLI EFFLUENTI PALABILI E NON PALABILI DEGLI ALLEVAMENTI (miglioramento ambientale) (solo se sono rispettate le norme minime)
6) REALIZZAZIONE E/O MIGLIORAMENTO DI STRUTTURE PER LO STOCCAGGIO E PER IL TRATTAMENTO DELLE ACQUE RICICLATE (miglioramento del rendimento economico /miglioramento ambientale) (solo se sono rispettate le norme minime);
7) MIGLIORAMENTI FONDIARI;
8) DOTAZIONI AZIENDALI;
9) CONTATORI PER IL PRELIEVO DI ACQUA (miglioramento del rendimento economico/miglioramento ambientale);
10) SPESE GENERALI nel limite del 6% del totale spese di cui ai punti precedenti;
11) INVESTIMENTI IMMATERIALI tra cui acquisizione di programmi informatici per la gestione delle attività produttive aziendali;
12) CARTELLONI, POSTER E TARGHE per azione di informazione e pubblicità ai sensi del
Reg. di esecuzione (UE) n. 808/2014.

Gli investimenti devono essere a preventivo e devono iniziare obbligatoriamente dopo la presentazione della domanda di agevolazione. 

Le domande devono essere riferite e presentate su una Unità Produttiva principale di riferimento.

LOCALIZZAZIONE DELL’INVESTIMENTO
Sono sostenuti unicamente gli investimenti che ricadono all’interno del territorio della Regione Toscana.

MISURA DELL’AGEVOLAZIONE
L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto da un min. del 40% fino ad un max. del 60% a seconda delle spese ammissibili sostenute.
Il contributo pubblico concedibile (in sede di atto di assegnazione) non potrà essere inferiore a € 5.000,00 e superiore ad € 100.000,00.
E’ previsto anche un premio all’avviamento fissato in € 30.000,00 per ciascun giovane beneficiario o in € 40.000,00 nel caso di insediamento in aziende ricadenti completamente in aree montane

TEMPISTICA
E’ possibile presentare domanda entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 31/10/2016 per l’annualità 2016.